Banca

Banca: che cosa ?

La Banca è un'impresa la cui attività principale consiste, da un lato, nel raccogliere fondi (detti depositi) dai risparmiatori e dalle imprese e, dall'altro, nell'erogarli soprattutto nella forma di prestiti (detti impieghi) a chi necessita di finanziamenti. Le Banca sono anche definite intermediari finanziari data la loro posizione intermedia tra i risparmiatori (liquidità), e chi necessita di finanziamenti, o crediti.

Le Banche si sono sviluppate, a partire dalla Scozia, nella seconda metà dell'Ottocento, costituendo le cosiddette «società per azioni».

Oltre ad erogare dei prestiti (credito), le Banche depositano il credito dei propri Clienti, e successivamente «girano» la somma a favore di un secondo cliente (attività di Giroconto o trasferimento titoli attraverso lettere di cambio).

In origine le Banca infatti, emettono le cosiddette «banconote», a garanzia delle quali c'erano riserve in oro o in altri metalli pregiati.

Oggi le Banche non emette più banconote, ma consente ─ attraverso l'emissione di assegni da parte dei clienti ─ l'utilizzo dei depositi.

Gli assegni rappresentano somme di denaro effettivamente versate dal cliente sul proprio conto corrente, mentre il fido bancario  consiste nel concedere al cliente somme di denaro maggiori di quelle originariamente versate.

*In questo contesto anche la funzione delle riserve obbligatorie si è evoluta, trasformandosi da pura e semplice garanzia a fronte dei prestiti erogati in specifico strumento della politica monetaria, utilizzato dalle autorità al fine di controllare la creazione della massa totale di credito concesso: infatti, quanto più elevate sono le riserve obbligatorie, tanto minori sono le risorse liquide che la Banca può utilizzare per nuovi prestiti. Alla fine degli anni '90 anche quest' ultima funzione si è però notevolmente ridimensionata, dato che la Banca centrale regola oggi la liquidità totale del sistema bancario attraverso il controllo dell'offerta di moneta e attraverso operazioni di pronti contro termine.
 

Tratto da UTET